Loghi Istituzionali Comune di Roma Ministeri per i Beni e le Attività Culturali Casa delle Letterature

XINRAN

Autore

Xinran

Partecipa a:

14 GIUGNO Serata con Michela Murgia, Clara Sánchez e Xinran

Legge: A letter for my child - Inedito

Di: Xinran

BIOGRAFIA

È nata a Pechino nel 1958 da una famiglia benestante. Dopo aver trascorso in modo sereno la prima infanzia, a soli sette anni, dopo che suo padre e sua madre vennero arrestati con l’accusa di essere dei reazionari e dei capitalisti, fu rinchiusa con il fratello di due anni in una scuola di rieducazione per i figli dei prigionieri politici. Xinran conserva un ricordo terribile di questo periodo della sua vita, trascorso nella costante paura tra stenti e maltrattamenti. A tredici anni è ammessa alla scuola secondaria e successivamente all’Università Militare. Alla fine degli anni Ottanta ottiene dalle autorità cinesi il permesso di condurre un programma radiofonico "Parole nel vento della sera" dedicato alle donne e alle loro drammatiche storie. Grazie a questo spazio, che ha condotto con grande successo per otto anni, ha potuto raccogliere molte e commoventi testimonianze di vita, che ha deciso di raccontare nel libro La metà dimenticata, scritto nel 2002. Nel 1997 emigra in Inghilterra, dove tuttora risiede con il marito, un importante agente letterario inglese. Il suo nuovo lavoro Le figlie perdute della Cina che sarà edito da Longanesi a maggio 2011, parla dell’abbandono delle bambine cinesi ad opera delle loro madri. Nel libro, che ha per base interviste con donne cinesi, la scrittrice spiega come un insieme di concause politiche, tra cui la legge “Un solo figlio per famiglia” e di arretratezza culturale provochino ogni anno l’abbandono e l’uccisione di decine di migliaia di bambine. Pur lontana dalla sua patria, Xinran continua a dare voce alle donne cinesi e alla loro mancanza di diritti, attraverso i suoi articoli che pubblica sul Guardian, attraverso i suoi romanzi e i suoi saggi e attraverso la partecipazione ai più importanti eventi sociopolitici che vertono sulle problematiche femminili e sull’infanzia. Nel 2004 ha fondato “The Mothers’ Bridge of Love”, un’associazione umanitaria che ha lo scopo di creare un ideale ponte tra la Cina e i bambini cinesi adottati da famiglie straniere. È inoltre consulente per l’Asia per i canali della BBC e di Sky.

BIBLIOGRAFIA

La metà dimenticata - vita segreta delle donne nella Cina di oggi, Sperling&Kupfer, 2002
Le figlie perdute della Cina, Longanesi, 2011

partners Mercedes-Benz Roma Zetema Magazzini Einstein